PRIMO LEVIPrimo Levi nacque a Torino nel 1919. Studiò chimica presso l’Università di Torino. Poiché proveniva da una famiglia ebrea, Levi fu arrestato durante la Seconda Guerra Mondiale e deportato ad Auschwitz nel 1944. Questa esperienza brutale aprì le porte per le sue potentissime memorie, i suoi racconti e la sua poesia. Per la maggior parte della sua vita, Levi scontò il fatto di essere sopravvissuto al campo di Auschwitz. Scrisse un raccolta di memorie intitolato “Se questo è un uomo”, che racconta proprio le sue esperienze nel campo. Levi si suicidò all’età di 67 anni, nel 1987.