PIER PAOLO PASOLINIPier Paolo Pasolini nacque a Bologna nel 1922. Come scrittore, poeta, giornalista e pittore, egli fu uno delle figure più controverse del suo tempo non solo in Italia ma in tutta Europa. Egli iniziò a scrivere quando era un giovane ragazzo. Fu molto ispirato da Arthur Rimbaud, Dostoevskij, Tolstoj e Shakespeare. Nel periodo in cui studiò Letteratura presso l’Università di Bologna, prese familiarità con la filologia, l’estetica e le arti figurative. Nel 1942, quando viveva a Casarsa, aspettando la fine della Seconda Guerra Mondiale, fu chiamato alle armi e successivamente anche imprigionato dai Tedeschi. Pasolini comunque riuscì a fuggire e tornare a Casarsa. Pubblicò una collezione di poesie nel 1946. Pasolini fu ucciso, investito più volte con la sua stessa macchina, vicino Roma. In Italia, a quei tempi, era molto più conosciuto per i suoi film che per i suoi libri. Alcuni dei suoi lavoro più importanti sono “Ragazzi di Vita”, “Una Vita Violenta” e “Le Ceneri di Gramsci”.