ALBERTO MORAVIANato sotto il nome di Alberto Pincherle (28 novembre 1907 – 26 settembre 1990), Alberto Moravia fu un romanziere, novelliere e giornalista italiano. Moravia nei suoi racconti toccò problemi sociali e contemporanei, includendo anche le questioni legate al sesso e all’alienazione sociale. Sua moglie, Elsa Morante, fu anch’essa una autrice molto conosciuta. Quando Moravia aveva soli nove anni, la sua salute fu duramente intaccata per via di una infezione di tubercolosi agli arti inferiori con cui combatté per molti anni, passando molto tempo nei sanatori. Fu durante questo periodo che egli iniziò a scrivere. Pubblicò il suo primo libro intitolato “Gli Indifferenti” che è considerato il primo racconto esistenzialista europeo. All’inizio degli anni ’30, Moravia fu il corrispondente estero per due importanti giornali italiani quali La Stampa e La Gazzetta del Popolo. Viaggiò negli USA e in molti paesi Europei. Moravia morì a Roma, dove passò la maggior parte della sua vita, nel 1990. Le sue opere più importanti sono: “La Bella Vita”, “L’Epidemia” e “Il Conformista”.